LA FAMIGLIA... LE MIE RADICI

C'era una volta un ragazzo vivace, sveglio, forse poco diplomatico, cresciuto respirando l'aria di un paese stupendo in pieno sviluppo economico... l'ITALIA. Gli inverni a scuola in attesa dell'estate per poter giocare sotto casa, coccolati dal sole... ma anche dalle proprie famiglie... nel caso di Stefano era la nonna "Annita" a prendere il posto dei genitori, spesso occupati nella fiorente fabbrica di scarpe da bambino di loro proprietà.

Così quando non c'erano scorribande da seguire, Stefano trascorreva il suo tempo tra i fornelli con l'amata nonna, rinomata in tutto il paese per i suoi piatti a base di "trippa".

L'odore del sugo, del soffritto, il rumore del mestolo nelle pentole e le consistenze di un'arte che si impara facendo uso di tutti i sensi, lasciarono un segno indelebile nell'animo del "Piccolo Chef"


PICCOLE SCARPE... DIVENTANO STRETTE

Gli anni passano nel piccolo borgo di Monte Urano, qui il boom degli anni '80, porta sì benessere, ma lascia sviluppare principalmente il settore calzaturiero, fatto di piccole imprese artigiane dedite a maneggiare tacchi e pellami.

Così anche per la famiglia di Stefano è normale inserire i due unici figli maschi nel mondo della calzatura. Ma i piccoli fratelli si trovano subito a dover diventare grandi con la perdita del caro padre nel 2001, avvenimento che li scaraventa di peso nelle grandi responsabilità del mondo del lavoro... mondo che molto spesso... quando ci si è trascinati così... rischia di far perdere le tracce dei propri sogni.


LA SCOMMESSA IN CUCINA

Gli anni passano in fretta, ma il "tarlo del mestolo" continua a scavare andando sempre più a fondo ed il richiamo dei fornelli alza il volume a tal punto che nel 2010 si chiude il capitolo scarpe lasciando spazio ad una grande scommessa.... quella di diventare Chef... quella di nutrirsi delle espressioni lette nei volti di chi assaggia i tuoi piatti. Si tratta di una strada in salita, ma la spinta energica dei sogni cancella la fatica. Iniziano i corsi, le prime esperienze, aiuto chef, l'università dei sapori in Umbria, la scuola di cucina giapponese e le importanti esperienze sul "campo di battaglia"... nelle cucine di alcuni dei ristoranti più "attenti" diciamo... del fermano.

Poi...la scelta definitiva...la scommessa o... l'inizio dell'avventura come dicono in molti... l'avverarsi di un sogno per altri... nasce la IACOVELLI PLANET CATERING che racchiude tutta la filosofia e passione del giovane ma temprato... STEFANO IACOVELLI, che grazie al suo staff di professionisti nel settore ha lo scopo di portare più gusto nella vita di chi ha il coraggio... di assaggiare!


VILLA ANITORI, IL MIO IMPEGNO PER L’ECCELLENZA

Muoversi, impegnarsi, adoperarsi per fare sempre bene, per fare sempre meglio. Ogni giorno trascorso alla ricerca del gusto, alla fine mi ha condotto ad una delle realtà più giovani ed allo stesso tempo più ricercate delle Marche: Villa Anitori.

Un relais che conquista l’anima, incastonato nello spirito dei Sibillini ma che da lontano mira l’azzurro mare Adriatico. Terra e mare, verde e collina, mattoni e pietre custodi di una storia passata che ancora echeggia tra le mura.

In questa magnifica cornice in cui gusto e relax si sposano in un connubio perfetto, ora ho la possibilità di esprimere la mia creatività e di portare al palato dei più curiosi, i sapori della nostra a dir poco magnifica regione.

Ti aspetto, anzi…. Ti aspettiamo.